Granarolo Basket Village 44 Academy Fidenza 42

Serie C Silver 

ASD Granarolo Basket – Academy Basket Fidenza 

(14-16; 22-25; 35-37)

 

I tabellini

Granarolo: Nicotera, Masetti ne, Marchi 4, Bernardinello 3, Paoloni 5, Ballini 8, Neviani 8, Salicini 3, Marega 3, Cristalli 4, Cempini 6. All. Carrera

Academy: Avanzi 2, Bernardi 11, Antozzi 2, Luis 8, Simonazzi 9, Tardivi 2, Agostini 4, Pellegrini 4, Sela. All. Zanardi.

Arbitri: Restuccia e Dargenio

Annunci

Tesseramento giocatori extracomunitari, Capezzone interroga il Governo

Lo stop al tesseramento dei giocatori americani imposto dalla Federazione Pallacanestro Italiana continua a far discutere. La decisione della Fip ha, infatti, creato difficoltà a tantissime società italiane di pallacanestro, tra cui Academy Basket Fidenza. Anche la politica si sta interessando a questa problematica: l’on. Daniele Capezzone (Conservatori e Riformisti) in cui propone di dare ai giocatori extracomunitari un percorso di soggiorno sportivo, valido per la durata della stagione. “Quella avanzata da Daniele Capezzone è una proposta che consentirebbe di superare il problema con i tesseramenti che si è venuto a creare quest’anno. E’ una soluzione di buon senso, che ci auguriamo possa essere presto messa in pratica” commenta la società Academy Basket Fidenza.

“Da anni, giocano nelle serie cosiddette dilettantistiche atleti extracomunitari grazie alla sola richiesta di un permesso di soggiorno “generico”. Questo perché il Coni non mette a disposizione – o non dispone di – un congruo numero di permessi sportivi da destinare anche a questi atleti – ha scritto l’on. Capezzone in un comunicato stampa – . Esiste ad esempio una regola per il tesseramento nella Federazione Italiana Pallacanestro (FIP) che ne prevede la regolarità per l’intera durata della stagione agonistica solo con la semplice RICHIESTA del permesso di soggiorno “generico” di cui si assume la responsabilità il presidente della società sportiva. Gli atleti sono formalmente dilettanti ma in pratica professionisti. Le società sportive provvedono al loro mantenimento con vitto, alloggio e rimborsi per la loro attività. E’ evidente che questi giocatori rappresentano un valore aggiunto per le società in oggetto e, quindi, sono estremamente seguiti in ogni ambito della loro vita (anche privata)”. “A fronte di un tale impegno e di una tale assunzione di responsabilità da parte della società sportiva, forse varrebbe la pena di cercare soluzioni serie – ha evidenziato ancora Capezzone – . Da un lato, magari, immaginare permessi di soggiorno ad hoc limitati al periodo del campionato ed, eventualmente, per il periodo utile alla preparazione del campionato stesso. Dall’altro, ovviamente, evitare anomalie nell’utilizzo di tali permessi di soggiorno, e quindi ad esempio prevedere verifiche sul reale utilizzo in campo dei giocatori (salvo infortuni certificabili e, quindi, certificati)”.

In qualunque modo vada a finire questa faccenda, Academy Basket Fidenza ha ottenuto la grande vittoria di aver riportato il pubblico al Don Bosco e di aver piantato il seme per il rilancio del basket nel parmense. “Avere con noi due campioni come C.J. Barksdale e Iakeem Alston è un grande onore. La nostra sfida era riportare la passione per questo sport a Fidenza e non solo e l’abbiamo vinta. Tutte le domeniche il palazzetto era pieno per vedere giocare C.J. e Iakeem e i nostri giocatori e anche gli avversari giocando con loro erano stimolati a dare il massimo. La cosa più importante è aver piantato il seme della passione per il basket e questo nessuno ce lo potrà togliere. Abbiamo accarezzato il sogno di poter vincer il campionato e la decisione di fermare i nostri campioni a 7 giornate dalla fine lascia l’amaro in bocca, soprattutto perchè cozza con le leggi italiane” conclude la società.

Comunicato stampa Academy Basket Fidenza

In merito all’articolo pubblicato oggi della Gazzetta di Parma e intitolato “Academy nella bufera: gli americani non possono più andare in campo”, la società Academy Basket Fidenza precisa quanto segue.

I giocatori di nazionalità statunitense C.J. Barksdale e Iakeem Alston si trovano su suolo italiano perfettamente in regola con quanto prescritto dalla legislazione italiana attualmente vigente. Sono in attesa di ritirare il permesso di soggiorno definitivo, dopo aver espletato tutte le pratiche all’Ufficio Immigrazione di Parma. L’iter burocratico è stato fatto nei tempi e nei modi previsti dalle legge italiana: deve essere quindi chiaro che non si tratta nè di clandestini, nè di immigrati irregolari. La società Academy Basket Fidenza, su richiesta della Federazione Italiana Pallacanestro, sta espletando alcune ulteriori pr
atiche burocratiche richieste dalla Federazione stessa. In merito a quanto riportato sulla stampa riguardo all’ipotesi di un “campionato falsato”, la società non intende rilasciare dichiarazioni. Academy Basket Fidenza prende atto di quanto deciso dalla Federazione, confidando in una positiva risoluzione della questione. La società si è affidata all’avvocato Zorzi del Foro di Teramo, esperto di diritto sportivo. Attendiamo, pertanto, fiduciosi il reintegro di Barksdale e Alston, che continuano ad allenarsi regolarmente con il resto della squadra, pronti a tornare in campo.

A scuola di tifo con Abf

20170317_084216Una “scuola” di tifo per educare i genitori ad incitare i propri figli in maniera corretta. E’ il nuovo progetto di Academy Basket Fidenza, che, ancora una volta, trasforma in realtà il proprio slogan “We are academy, we are family”. “Dato quello che capita nel calcio, dove i genitori arrivano a volte anche alle mani, abbiamo pensato di iniziare una sorta di ‘scuola di tifo” per le nostre famiglie, in modo che imparino a incitare i propri figli in maniera corretta ed educata, senza rischiare di creare tensioni o disturbo. Vogliamo che ogni partita dei nostri bimbi sia una festa: il piacere di divertirsi insieme giocando a basket deve venire prima di tutto il resto” spiega la società. Gli incontri sono condotti da Elisabetta Biggio, pedagogista e motivatrice sportiva che già collabora con la squadra. Il primo gruppo di genitori ad iniziare questo percorso è stato quello degli “scoiattoli”. All’iniziativa parteciperanno poi le famiglie di tutte le squadre giovanili.

Academy Fidenza 81 Pallacanestro Novellara 74

Serie C Silver 

Academy Basket Fidenza – Pall. Novellara 81-74

 

 

I tabellini

Academy: Bernardi 6, Antozzi, Liberati, Luis 5, Simonazzi 2, Alston 29, Agostini 4, Pellegrini 7, Sela 3, Barksdale 25, Tardivi. All. Zanardi

Novellara: Ferrari n.e., Margini 2, Folloni 3, Rinaldi 2, Grisanti 19, Morgotti, El Ibraimi 2, Carpi 9, Ciavolella 13, Aguzzoli n.e., Bartoccetti 20, Dilas 4. All. Spaggiari

Parziali: 18-19; 45-38; 60-61

Arbitri: Resca di Cento e Romanello di Ferrara

Olimpia Castello 68 – Academy Basket Fidenza 84

Serie C Silver 

Olimpia Castello 2010 – Academy Basket Fidenza 2014 68-84

(19-21; 29-46; 48-68) 

 

I tabellini

Olimpia: Binassi 10, Franceschini 9, Boschi 5, Bonetti 8, Carter 12, Dall’Osso 8, Corazza ne, Pedini 2, Cavina 2, Farnè ne, Nardi 4, Venturi 8. All. Canè.

Academy: Tommei 10, Bernardi 6, Antozzi 3, Barksdale 22, Alston 17, Pellegrini 9, Tardini 1, Agostini 7, Luis 9, Sela ne, Liberati ne. All. Zanardi.

Arbitri: Gasperini e Mambelli

screenshot_2017-03-06-14-30-00-1

Abf dà il benvenuto al coach Attilio Busini

Il coach Attilio Busini entra a far parte della famiglia di Academy Basket Fidenza. Si occuperà delle squadre giovanili esordienti e Under14 Csi e sarà assistente allenatore della prima squadra. 49 anni, originario di Ortona, in Abruzzo, ha alle spalle una lunga esperienza soprattutto nei settori giovanili. “Il progetto di Abf mi è subito piaciuto. Amo molto lavorare con i giovani” sono le prime parole di coach Busini.